ConsiglidiLettura

Aprile 2016

Trovate qui sotto, suddivisi per genere, i titoli che questo mese hanno attirato di più la mia attenzione e che sono stati meglio accolti dalla critica. L’ultimo parere però spetta a te!

Per la lista completa delle novità di questo mese ⤵︎neon


Giallo:

41cTo5cLAML._SX321_BO1,204,203,200_  London Underground – Don Winslow

Consigliato perché:

Don Winslow si è conquistato posticino d’onore nell’olimpo degli autori di polizieschi americani. Torna ancora una volta con Einaudi, e torna con un libro ormai vintage: 1991, l’anno in cui viene pubblicato in patria. I lettori stranieri assegnano 4 stelle e la critica lo promuove.

«Lo scultore genetico le aveva cesellato il viso e le aveva dato un corpo che incarnava l’ideale americano del momento. «Com’è possibile che una ragazza cosí bella…» era il ritornello che Allie udiva tutte le volte, dopo aver fatto qualche casino spettacolare. Da lei ci si aspettava che fosse la reginetta della festa e la fidanzatina, e rispondeva a tali aspettative con una perversione quasi selvaggia. Il sesso per lei era un’arma. Il sesso era la vendetta.»


 

Thriller:

61A-DbNo+hL._SX334_BO1,204,203,200_  La stagione del sangue – Samuel Bjørk

Consigliato perché:

La stagione del sangue è il secondo titolo tradotto in italiano di questo autore scandinavo. Il suo romanzo di debutto, La stagione degli innocenti, sempre edito da Longanesi, si è dimostrato un successo, arrivando in 30 paesi. La stagione del sangue si è dimostrato all’altezza del precedente: caso letterario in Norvegia con 30’000 copie vendute in meno di una settimana dall’uscita, sta ora scalando le classifiche anche in America e Regno Unito.

“In una bella mattina di sole, sulle sponde del fiordo a sud di Oslo, in una radura tra boschi accesi dai colori autunnali, viene trovato il cadavere di un’adolescente. È nuda, magrissima, distesa su un letto di piume. Intorno a lei una schiera di candele disposte a formare una stella a cinque punte.” (Dalla quarta di copertina)


Narrativa Contemporanea:

6794695_1447441  Cerca di stare calmo – Matt Sumell

Consigliato perché:

Cerca di stare calmo, ci raccontano i lettori oltreoceano, è un libro pungente, sarcastico, pieno della rabbia del protagonista. Ha fatto parlare molto bene di sé anche sul Los Angeles Times, The Wall Street Journal e Publishers Weekly. Ha catturato la mia attenzione da subito, un tema interessante e da non dare per scontato.

«Lei mi ha insultato un altro po’, cosí a un certo punto le ho fatto il verso con la voce di quando le faccio il verso. Le ho detto: – Ecco, sono te: “Sono troppo occupata a fare il mio importantissimo lavoro artistico per pensare agli altri e pulire dove sporco e quindi lascio la mia merda su ogni superficie piatta che trovo, cosí gli altri non posso nemmeno mangiare a tavola senza prima spostare la mia merda. Ah, e sono anche una troia imbecille”. Ecco, troia imbecille, tu sei cosí.»

 

51TW-sqZBpL._SX333_BO1,204,203,200_  La gravità dell’amore – Sara Stridsberg

Consigliato perché:

Gli elogi a Sara Stridsberg, dovunque sia stato finora pubblicato il suo La gravità dell’amore, si sono sprecati. Vincitrice di ben sei importanti premi sin da quando ha iniziato a pubblicare, l’anno scorso ha ricevuto il’European Prize of Literature. Dicono di lei: “In veste di critico, mi risulta difficile trovare le parole per descrivere la prosa della Stridsberg. Come posso farti capire, caro lettore, come in maniera fantastica oscurità e luce  fondano completamente nella sua scrittura, senza venir considerati una consolazione, e nemmeno usati come semplici contrasti? Io non posso descriverlo, devi sperimentarlo tu stesso, è pura beatitudine.” (Politiken); “Per me, questo è uno dei più belli e potenti lavori che Sara Stridsbeg abbia mai fatto. I capitoli sono come respiri spezzati, incessantemente movimentati e così brevi che ciò che è doloroso diventa insopportabile” (Hälsinglands Tidning).

«Per mesi trovo perle nell’erba sotto la quercia. Blu fiordaliso, indaco, blu, azzurro cielo, e con il tempo diventano sempre più opache, le piogge hanno completamente lavato via il colore di alcune di esse, sono bianco avorio, incolori. All’inizio penso di restituirle, ma non c’è più nessuno a cui ridarle.»


 

Raccolta giornalistica:

6946493_1474564  Stelle nere – Ryszard Kapuscinski

Consigliato perché:

Appena ho visto sul catalogo Feltrinelli questo libro, ha calamitato il mio interesse. Stelle nere è una raccolta di otto reportage inediti, concisi e veloci. Un libro quindi breve ma concentrato: una finestra sul gigantesco continente africano e sulle vicende di Kwame Nkrumah e Patrice Lumumba. Un libro adatto per chiunque legga di società, politica o abbia semplicemente voglia di esplorare la storia un po’ di più.

«Chinua Achebe, famoso scrittore africano recentemente scomparso, diceva che, finché i leoni non avessero avuto i loro storiografi, la storia della caccia sarebbe stata solo una celebrazione del cacciatore. Ebbene, in questi reportage dei primi anni sessanta, Kapuscinski descrive l’Africa e gli africani dal punto di vista dei leoni e non dei cacciatori.» (Dalla presentazione)

Untitled design-2

 

 

Annunci

One thought on “Consigli di Lettura – Aprile 2016

  1. Attenzione: Ogni intervento all’interno del sito non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto e vagliato. I commenti o le parti ritenute inadatte o offensive non saranno pubblicate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...