mcdonalds-books

Sì, proprio così. Fino al 15 febbraio, i bambini americani troveranno dei piccoli libri in regalo nell’Happy Meal, il loro menu dedicato presso i locali McDonald’s.

In realtà, non è una novità: McDonald’s collabora ormai già da tre anni con l’associazione nonprofit Reading is Fundamental, che si occupa di combattere il problema dell’alfabetizzazione e scolarizzazione negli Usa. Problema che la nazione si accorge di non poter sottovalutare con i dati alla mano: i bambini possiedono scarse capacità linguistiche all’entrata della scuola elementare, che non vengono migliorare efficientemente nel tempo – al primo e all’ultimo anno il livello di lettura risulta nella maggior parte dei casi invariato; moltissimi studenti delle scuole superiori abbandonano gli studi senza più riprenderli; ed è inutile dire che sopravvivono scolasticamente solo gli alunni più agiati – il costo le università americane, il grado ultimo di istruzione, è in media di 60 mila euro all’anno.

E’ difficile credere che anche il colosso Usa abbia difetti, quando ci appare tutto imbellettato nelle sue luci, piazze affari e slogan sulla liberà. Ma è la crepa è evidente e difficile da nascondere.

Un’altra cosa difficile da credere è questo connubio tra McDonald’s (che agli occhi Europei rappresenta l’eredità americana peggiore) e una Organizzazione Pro-literacy come la Reading is Fundamental, che non si occupa solo di lettura, ma anche di stili di vita sani e giusti.

happy-meal-books-2016

Eppure quest’unione c’è e si vede, perché i testi distribuiti con l’HappyMeal sono libri che hanno come protagonisti simpatici animaletti che spiegano come adottare alimentazioni sane e stili di vita equilibrati. Tra gli autori che hanno dato disponibilità negli anni alla collaborazione troviamo Micheal Bond – il creatore dell’Orso Paddington -, Laura NumeroffLincoln Peirce.

Alla fine, anche in McDonald’s qualcosa si sta smuovendo, dopo tutte le critiche riguardo la loro pubblicizzazione e vendita di bevande (e poi, stili di vita) non salutari ai più piccoli. Un augurio che quei 50 milioni di libri che entro febbraio arriveranno alle mani unticce di patatine e hamburger dei bambini americani, possano insegnare qualcosina in più non sono ai bimbi, ma anche ai loro genitori.

 

 

 

 

Annunci

3 thoughts on “Libri nell’Happy Meal?

  1. Attenzione: Ogni intervento all’interno del sito non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto e vagliato. I commenti o le parti ritenute inadatte o offensive non saranno pubblicate.

    1. Se non erro, dovrebbe essere lda Germania. Hanno un sacco di iniziative riguardanti la distribuzione di testi in stazioni, fermate e punti cardini delle città! (Non sarebbe fantastico trovare un distributore di racconti anche nelle nostre stazioni?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...